Afghanistan Attacco a università Usa a Kabul, vittime

È di “almeno” sette morti e venticinque feriti il bilancio provvisorio dell’assalto sferrato da miliziani afgani contro l’American University di Kabul. Lo fa sapere sul suo profilo Twitter il giornalista locale Bilal Sarwary, che afferma di aver ricevuto i dati dalla polizia. Alcuni media occidentali, come Fox News e il Telegraph, parlano di un bilancio inferiore, pari a un morto e 14 feriti.

Sarebbero in corso scontri all’interno del compound tra i miliziani, la cui affiliazione non è ancora nota, e le forze di sicurezza afgane, sostenute – riporta France Presse – da “consulenti” statunitensi. I miliziani starebbero lanciando bombe a mano contro le forze di sicurezza. Nel frattempo, riporta ancora Sarwary, “almeno cento studenti sarebbero riusciti a fuggire dall’università”.

In un tweet il fotografo afghano vincitore di un Pulitzer Massoud Husseini scrive: “Siamo bloccati dentro Auaf. Esplosione poi spari. Forse mio ultimo tweet”.
kabultw.jpg

L’American University (Auaf) si trova nella parte occidentale di Kabul, lungo la Darulaman Road che porta alla sede del Parlamento.

La notizia dell’attacco all’American University arriva a pochi giorni dal sequestro a Kabul di due docenti dell’ateneo, uno americano e australiano, rapiti lo scorso 8 agosto da cinque uomini armati che
indossavano la divisa delle forze afghane.

L’università, aperta alcuni anni fa e da pochi giorni tornata all’attività didattica dopo la pausa estiva, è molto ben difesa da mura e barriere.

avvenire
Precedente Chiese, braille e app per i turisti non vedenti Successivo Ecco come la scuola rafforza le diseguaglianze

Lascia un commento