Agente uccide nero armato, guerriglia a Milwaukee

Un agente di polizia spara a uccide un ragazzo afroamericano armato nel corso di un inseguimento. E a Milwaukee, teatro dell’incidente, sale la tensione: centinaia di persone scendono in piazza per manifestare contro la polizia. Le proteste si trasformano in violenza: diverse auto vengono date alle fiamme, un agente rimane ferito con un mattonata alla testa, viene dato fuoco a una stazione di servizio e i pompieri non riescono a contenere le fiamme a causa dei colpi di arma da fuoco sparati nelle vicinanze.

Una vera guerriglia quella per le strade della città, con gli agenti in tenuta anti sommossa. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di sabato, quando la polizia ha fermato un’auto con due ragazzi a bordo. La vettura si è fermata e i due ragazzi sono scappati. Uno degli agenti ha seguito uno dei due fuggitivi armato con una pistola semiautomatica, rubata in una precedente rapina: il ragazzo afroamericano di 23 anni è stato ucciso dall’agente, che ha aperto il fuoco per motivi ancora da chiarire. L’altro è stato fermato ed è in custodia della polizia. L’agente che ha sparato è stato messo in congedo temporaneo. La violenza è scattata in serata nonostante l’appello alla calma da parte della famiglia del ragazzo ucciso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

ansa

Precedente Incendio a bordo di una nave Moby Lines nel porto di Nizza, un ferito Successivo Pedofilia Chiesa / Dalla Svizzera: "Teniamo gli occhi aperti"

Lascia un commento