Illegittima espulsione Shalabayeva

(ANSA) – ROMA, 30 LUG – Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Muktar Ablyazov, non doveva essere espulsa dall’Italia e il provvedimento di rimpatrio è viziato da “manifesta illegittimità originaria”. Lo afferma la Cassazione accogliendo il ricorso della donna, giudicando ‘immotivata’ l’irruzione notturna nella sua abitazione. Shalabayeva, dopo aver passato qualche ora nel Cie, era stata messa su un volo per il Kazakistan insieme alla figlia Alua di soli sei anni. Ora avrà diritto a un risarcimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Precedente È l’inizio della fine per la Chiesa nella Chiesa? Non è arrivato il momento giusto per rompere anche il muro di omertà mediatica sul Meeting di Rimini? Successivo Eredità da 1,5 mln a disabile, indagati A Ravenna, avviso fine indagine a sacerdote e amministrativo