Rogo su un treno in Andhra Pradesh, almeno 47 morti

L’incendio forse causato da un guasto elettrico. Immediati i soccorsi, ma le vittime potrebbero salire. Circa 28 i feriti gravi, trasferiti negli ospedali limitrofi. L’Indian Railways ha già annunciato indennizzi per familiari e sopravvissuti. Negli ultimi cinque anni, 1.220 persone sono morte in incidenti ferroviari.


Mumbai (AsiaNews/Agenzie) – Almeno 47 persone sono morte nell’incendio esploso questa mattina sul Tamil Nadu Express, treno passeggeri in viaggio da New Delhi a Chennai (Tamil Nadu). Le fiamme sono divampate quando il mezzo era all’altezza della stazione di Nellore, in Andhra Pradesh. Ancora incerte le cause del rogo, ma è probabile che si tratti di un problema tecnico e non di un incidente doloso. Al momento, le unità di soccorso avrebbero già trasferito 28 feriti agli ospedali locali più vicini. Nel corso della giornata il bilancio potrebbe peggiorare, perché la carrozza colpita ospitava 72 passeggeri.

Secondo le prime ricostruzioni, all’origine dell’incendio vi sarebbe un cortocircuito elettrico avvenuto nelle prime ore del mattino, forse intorno alle 4:20 (ora locale). Mentre le fiamme divampavano a grande velocità, la maggior parte dei passeggeri ancora dormiva.

Le autorità ferroviarie hanno già annunciato un indennizzo di 500mila rupie (circa 7.300 euro) per le famiglie delle vittime; 100mila rupie (circa 1.400 euro) per i feriti gravi; 25mila rupie (circa 370 euro) per i feriti lievi.

L’Indian Railways è la rete ferroviaria nazionale ed è la quarta più grande al mondo, dopo Stati Uniti, Russia e Cina. Lunga 114.500 km, su un percorso di 65mila km, essa collega ogni angolo del Paese e trasporta più di 18 milioni di passeggeri al giorno. Negli ultimi cinque anni, almeno 1.220 persone sono morte in incidenti ferroviari.

Precedente Immigrazione, conto alla rovescia per la regolarizzazione Successivo Umorismo, Guareschi: «Una potente arma di difesa»