Crea sito

Chiesa/ Arcivescovo Berlino apre su gay e divorziati risposati

(TMNews) – Il cardinale Rainer Maria Woelki, arcivescovo di Berlino, ha espresso posizioni comprensive nei confronti delle coppie gay e dei divorziati risposati, in un’intervista pubblicata sul settimanale tedesco ‘Zeit’.

Woelki, creato cardinale dal Papa all’ultimo concistoro, aveva già espresso opinioni in tal senso rispondendo alle domande che gli erano state tivolte al ‘Katholikentag’ di fine maggio. In quell’occasione, dopo aver sottolineato che “per la Chiesa il matrimonio tra uomo e donna è ancorato nella volontà creatrice di Dio”, ha però fatto altre riflessioni, affermando tra l’altro che “se in una relazione omosessuale i due partner assumono ognuno la propria responsabilità verso l’altro e se si amano in modo duraturo e fedele, bisogna considerarla alla stregua di un rapporto tra eterosessuali”. Ora il porporato è tornato sul tema ricordando che il catechismo della Chiesa cattolica stabilisce che bisogna evitare nei confronti degli omosessuali ogni marchio di ingiusta discriminazione. “Se lo prendo sul serio, non posso vedere le relazioni omosessuali esclusivamente come negazione della legge naturale”, ma “cerco anche di percepire che ci sono persone che si assumono una durevole responsabilità reciproca, si sono promessi fedeltà e vogliono prendersi di cura l’uno dell’altro anche se non posso condividere un tale progetto di vita”.

Quanto ai divorziati risposati, Woelki ha sottolineato che il Papa in persona ha dato la comunione al governatore della Baviera Horst Seehofer, che convive con una donna dopo essersi divorziato. “Come prete devo supporre che chi mi chiede la comunione lo fa con cuore puro”, senza perdere di vista “coloro che riconoscendo la rottura del loro matrimonio si sforzano di condurre una vita secondo gli insegnamenti della Chiesa e non ricevono la comunione. In questo modo danno una forte testimonianza di fede”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *