Se Milingo benedice a Pasqua come il papa…

Dal sito web sacerdotisposatioraitalia è riportata e attribuita a Milingo la benedizione pasquale Urbi et Orbi, che è una locuzione latina che significa “Alla città (di Roma) e al mondo” (letteralmente: all’Urbe e all’Orbe). Al giorno d’oggi tale formula viene utilizzata nelle bolle papali o altri documenti pontifici, messaggi o benedizioni dirette al mondo intero.

Nell’uso quotidiano Urbi et Orbi può essere usato in tono scherzoso per denotare qualcosa detto o pubblicato ai quattro venti, facendolo sapere a tutti.

Forse che Milingo dopo essersi autoproclamato Patriarca di Africa si è autoproclamato anche nuovo Papa?

La benedizione Urbi et Orbi è la prima benedizione fatta da un papa al momento della propria elezione al soglio pontificio. Viene inoltre diffusa dal pontefice nei giorni di Natale e Pasqua alla folla riunita in piazza San Pietro ed in occasioni particolari.

La benedizione contiene una formula di remissione dei peccati e indulgenza.

La redazione dei sacerdoti lavoratori sposati con una nota di don Giuseppe Serrone ha commentato la notizia: “Non bastava il Patriarcato di Africa, Milingo e il suo staff sono assetati di titoli onorifici e con questo nuovo passo autoreferenziano Milingo come successore papale.  Ridicoli”.
(ndr)

Precedente Gaza, dietro le apparenze Successivo Maggiore importanza alle buone pratiche che alle ipotesi teologiche. Intanto vaticano mette sotto accusa un altro teologo: un altro colpo alla credibilità della Chiesa