Il Vaticano ha condannato i matrimoni tra omosessuali, ma i due si sono sposati lo scorso 26 giugno in una chiesa valdese

Il Vaticano ha condannato i matrimoni tra omosessuali, ma i due si sono sposati lo scorso 26 giugno - in una chiesa valdese, grazie alla pastora Anna Zell. Marco Politi: "Si sta verificando uno scisma silenzioso con la chiesa: i fedeli si regolamentano secondo coscienza".

Ciro e Guido si sono conosciuti nel 2004. Da allora vivono come marito e marito, anche se lo Stato non li riconosce come tali. Come molti altri omosessuali, hanno aspettato invano il riconoscimento delle coppie di fatto ipotizzato da Romano Prodi prima del suo ultimo e breve governo: la timida eventualità preventivata dal "professore" non è stata tra le priorità del quarto mandato di Silvio Berlusconi, il quale al contrario in più occasioni ha rivendicato con orgoglio una certa omofobia. Ma dove non arriva la politica, possono le istituzioni religiose. Lo scorso anno Ciro e Guido hanno chiesto alla Chiesa valdese, che entrambi frequentano, una benedizione per la loro unione. Domenica 26 giugno i due sono stati riconosciuti come coppia dalla pastora Anna Zell. Ciro e Guido sono destinati a diventare un esempio per gli omosessuali che hanno lasciato la chiesa cattolica. Il Vaticano ha condannato il matrimonio gay approvato la scorsa settimana dallo stato di New York e vieta agli omosessuali di diventare sacerdoti. Benedetto XVI, prima di diventare papa, ha redatto un documento che invita i responsabili dei seminari a bloccare la vocazione dei gay.

(Libro:"De Martino Gianni; Quaranta Pasquale – L' uomo che Gesù amava. Un Gesù… / scheda online su ibs clicca qui)

Libro: "Omosessualita' e Vangelo"

(scheda libro online su ibs con il 6% di sconto clicca qui)

"Negli ultimi anni", spiega Pasquale Quaranta (giornalista e autore di "Omosessualità e Vangelo", Gabrielli Editore), "molti omosessuali hanno abbracciato la filosofia buddista dopo essere usciti dalla Chiesa cattolica. Chi preferisce conservare un legame con il proprio passato da cristiano si rivolge ai valdesi, che sono già arrivati alla benedizione".
Libro di MArco Politi "Io prete gay"

(scheda online su ibs con il 40% di sconto clicca qui)

Secondo Marco Politi (giornalista e autore di "Io, prete gay") il fenomeno evidenziato da Quaranta è l'espressione di qualcosa di profondo. "Nella Chiesa cattolica si sta verificando da anni una specie di scisma silenzioso. Non ci sono più delle contestazioni aperte. I fedeli si regolano autonomamente secondo la propria coscienza. Si stanno creando due livelli. Da un lato il cattolicesimo così come lo presenta la gerarchia e il magistero vaticano, quindi molto rigido e conservatore, dall'altro una fede più flessibile e più in sintonia dei singoli cattolici che vivono nel quotidiano". Prima di questo scisma silenzioso i fedeli italiani erano i figli di Pietro. Oggi sono i parenti di Giotto, il pittore ricordato per essere riuscito a superare il maestro.

di Giovanni Molaschi / gqitalia

30 Giugno 2011

Precedente Clamorosa svolta nel caso riguardante l’omicidio di Meredith Kercher Successivo Superenalotto/ La sestina vincente del giovedì. Concorso numero 78 del 2011

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.