«Voglio fare il prete senza l'obbligo del celibato». Don Sante non si arrende e si appella al Papa

MILANO – Don Sante Sguotti, il sacerdote di un paesino del padovano allontanato dalla sua parrocchia per una relazione con una donna, non si arrende vuole rivolgersi a papa Benedetto XVI. "«Chiederò al Papa di essere dispensato dall’obbligo del celibato pur restando prete», ha detto oggi ai microfoni Radio R101 il discusso prete. «In tutta questa storia, prima mi hanno giudicato colpevole e poi è stato avviato il processo a mio carico», si è sfogato il parroco di Monterosso. «Eppure anche nel diritto canonico dovrebbe valere la regola per cui prima si viene processati e poi si subisce la pena», ha sottolinato ancora don Sante che non ha mai ammesso né smentito del tutto di essere padre di un bambino.

«Mi hanno tolto la patente per confessare prima del processo canonico, si tratta di un abuso di potere da parte del vescovo», attacca Don Sante, che poi denuncia: «Anche nella Chiesa ci sono stati aborti per evitare lo scandalo. Ad ogni modo, penso che non sia obbligatorio sposarsi per fare figli, basta che nascano in un contesto di accoglienza e amore».

nei giorni scorsi, dopo l’ordine di allontanamento del vescovo Antonio Mattiazzo, don Sante aveva fatto sapere che non avrebbe lasciato la sua parrocchia. «Non lascio Monterosso, sarò il parroco morale della gente del paese che non accetta una imposizione di questo tipo, mi appello al diritto del popolo di decidere chi sia il suo pastore», aveva ribadito don Sante.
fonte: ilmessaggero.it

Precedente Lasciata la canonica: don Sante ha ubbidito Successivo Il secondo concistoro di Benedetto XVI: mercoledì la creazione di venti nuovi cardinali