Lettera: "Pace"

Or avvenne, come Giosuè era presso a Gerico, che egli alzò gli occhi, guardò, ed ecco un uomo che gli stava ritto davanti, con in mano la spada snudata. Giosuè andò verso di lui, e gli disse: Sei tu dei nostri o dei nostri nemici? E quello rispose: No , io sono il capo dell’esercito dell’Eterno. (Giosuè 5:13-14)

Quando le battaglie che combattiamo sono quelle del Signore nessun nemico può ostacolare il nostro cammino. Ma Dio non è un uomo e non prende parte a umanissimi conflitti di natura materiale o religiosa, (Luca 12:13; Marco 9:34).

Sforziamoci di conoscere, amare e praticare la Sua sovrana volontà, (Osea 6:3).

Pace.

(G.A.)

Senza categoria

Lettera sul celibato

Fratelli cari,

spesso càpita di ragionare sulle colpe passate della Chiesa. Ma ritengo che anche oggi la Chiesa si macchi di un delitto capitale, negatore della dignità umana, della legge naturale e perfino del nostro ordinamento giuridico: parlo del celibato ecclesiastico.

Ho avuto occasione, una decina di anni fa, di esprimere il mio pensiero in materia scrivendo a Famiglia Cristiana, in relazione alla lettera di una madre, preoccupata per la decisione della figlia di diventare clarissa (FC 5/96 e 15/96). Non solo esprimevo il mio pensiero, ma allegavo anche una lettera per la ragazza: otto anni dopo la madre della ragazza mi ha scritto dicendomi che sua figlia aveva letto, a suo tempo, con grande attenzione la mia lettera, pur proseguendo, tuttavia, il suo cammino.

Allego le mie considerazioni, allora elaborate, come contributo alla riflessione sull’argomento e in segno di solidarietà per la condizione in cui vi trovate.

Cordiali saluti.

Paolo Migneco

Senza categoria

Appello alla Chiesa

Prego la Chiesa di non abbandonare l’urlo di dolore dei propri figli, di seguire la Legge del Vangelo.

Di non farsi PADRONA di Dio e degli Uomini.

Coraggio,

coraggio, amici,

anche quando vi sembra di non riuscire più a reggere la Croce,

pensate che siete il Cireneo che aiuta Cristo, e tanti sono con voi.

Quando poi siete distrutti, allora, abbracciate Cristo in Croce,

le sue piaghe sono le vostre piaghe.

Io prego Dio di intervenire per questa faccenda che non può più continuuare a distruggere i suoi figli.

Padre, per pietà, dove sei?

Padre!

Padre, aiutaci!

Sosteniamoci gli uni gli altri con la preghiera,

con affetto,

E.S.

Senza categoria