In Italia i sacerdoti sposati cattolici potrebbero essere inseriti tra i cappellani militari.

Si dice: pochi preti, e spesso in altre faccende affacendati. Parrocchie sguarnite, diaconi ancora scarsi. In compenso coesistono moltissimi preti “dispensati” (cioè  preti che si sono sposati, rinunciando al ministero sacerdotale). Perchè non affidare loro una diaconia? Perché non disporre di questi “sacerdoti in eterno” per un diverso servizio all’interno della stessa Chiesa? Inoltre vi sono tanti  cappellani militari il cui ruolo è venuto meno  negli ultimi tempi a causa delle profonde modifiche strutturali avvenute  nell’esercito italiano. Perché insomma non redistribuire e utilizzare queste risorse pastorali nel territorio maggiormente bisognoso? (fonte Vita)
Precedente Solidarietà a don Massimiliano, ex parroco Zen Successivo Nominate nove donne prete: sfida al Vaticano

3 commenti su “In Italia i sacerdoti sposati cattolici potrebbero essere inseriti tra i cappellani militari.

  1. utente anonimo il said:

    Cara Voce dell’Aldilà, trovati anche tu una donna, e vedrai che sarai molto meno acido e bigotto.

    Le tue convinzioni, imponile a te stesso, non agli altri.

    Se un giorno dovesse essere finalmente abolito il celibato per i preti, questo non significa certo che tutti saranno obbligati a sposarsi!

    Rilassati e magari usa nick piu’ simpatico, và!

    Lisa

  2. utente anonimo il said:

    Caro Eroicilivori,

    Caro Esperto di celibato ecclesiastico,

    Quando si avvanza qualche cosa su questa problematica, si deve argomentare … un puo, al fine di non essere serio delle sue dichiarazioni.

    E’ come dire, visto che QUASI TUTTI HANNO L’AMANTE, “il matrimonio monogamico è un errore”.

    E’ lo stesso vedere i cosi detti SACERDOTI SPOSATI dire: “NO AL CELIBATO PER I PRETI”. Mi dispiace che parlano cosi ora DOPO essersi trovato una signora. Vorrei tanto sapere cosa dicevano prima del loro inamoramento …

    Una Voce dell’Aldilà

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.